Chi Siamo

La fondazione della Cooperativa Sociale la Gioiosa risale all’ormai lontano 1984, quando un gruppo di soci fondatori ambiziosi e socialmente motivati, si impegnavano a lottare contro le disuguaglianze, svantaggi sociali e fisici dei soggetti diversamente abili. La fase di START-UP è stata caratterizzata da un organizzazione poco strutturata e formalizzata, che in prima analisi potrebbe risultare elementare, ma nonostante ciò, ha consentito ed innescato un processo di crescita professionale, basato sul processo di self-empowerment dei propri componenti,dove, ogni risorsa si indirizzava con discrezione verso un costruttivo processo di potenziamento personale, e dunque una conseguente crescita del potenziale societario.

Nel 1991 la Cooperativa sociale La Gioiosa compie un ulteriore passo, accogliendo le istanze della Legge 381 diviene Cooperativa Sociale di tipo A, focalizzando il proprio interesse sulla promozione dell’agio e del benessere della persona; nel corso dello stesso anno nasce l’esigenza di associarsi alla Lega Coop Campania, successivamente è il momento di Cooperfidi.

Il processo di crescita è appena iniziato, insieme alle relazioni esterne si vanno incrementando a pari passo la compagine sociale, grazie all’impegno dei soci fondatori.

È il 1999 quando la società compie un ulteriore passo, consociandosi a GESCO – Consorzio di Cooperative Sociali -ente che ha lo scopo di promuovere lo sviluppo della cooperazione sociale nell’ambito della Regione Campania e di compiere, nell’interesse della rete, tutte le iniziative collegate all’acquisizione di commesse ed al coordinamento dell’area gestionale amministrativa.

In qualità di socio nel 2001 aderisce a Banca Popolare Etica, dove vige un sistema di valori nei quali la Cooperativa si riconosce. Dopo circa due anni partecipa in qualità di socio al Consorzio CCFS nel quale viene favorita la crescita delle cooperative sociali, che svolgono attività assai meritevoli per il progresso civile e culturale del territorio di appartenenza.Durante l’ultimo quinquennio, la Cooperativa ha visto aumentare le collaborazioni con i comuni e gli enti della provincia di Napoli e con essa l’ampliarsi del Consiglio di Amministrazione e l’adesione di oltre 30 soci. Al tal punto, con il fine di migliorare ulteriormente la condizione della struttura societaria e il processo di professionalizzazione si è ritenuto opportuno adottare il sistema di Certificazione di Qualità UNI ISO 9001 – 2000.

Altra data importante è sicuramente il 2004, anno in cui si ottiene la Certificazione SA 8000 edizione 2001, sistema etico morale di gestione della sicurezza e della salute sui luoghi di lavoro. Nel 2004, grazie anche alle certificazioni ricevute, la società riesce ad accreditarsi presso la Regione Campania come ente di formazione; i risultati in tale direzione sono alle porte ed rilevanti ed incoraggianti progetti vengono approvati: A.R.Co (Attività Recupero Competenze) – settore orientamento professionale ed il progetto EDA (Educazione Degli Adulti)- settore istruzione e cultura. Nella stessa direzione si implementa un ulteriore competenza, in modalità auto-finanziata si erogano due corsi professionali per la formazione dell’Operatore Socio Sanitario in collaborazione con le strutture sanitarie locali.

Il processo di empowerment cooperativistico ha bisogno però di svilupparsi non solo in direzione della promozione sociale ma anche in direzione culturale, a tal proposito La Gioiosa sottoscrive protocolli di intesa con prestigiose università napoletane, quali: la storica Università degli Studi di Napoli Federico II e con l’Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa, diventando sede riconosciuta per lo svolgersi delle attività di tirocinio per i rispettivi corsi di laurea in Sociologia e Scienze della Formazione.

Oggi, la Cooperativa Sociale La Gioiosa può certamente considerarsi un rilevante ente di promozione sociale al servizio dei propri associati e di terzi, senza finalità di lucro e nel pieno rispetto della libertà e dignità di tutti. Essa esclude dai propri principi i partiti politici e/o altro che ha come finalità la tutela esclusiva di interessi economici. La forte rete associativa interna, fatta di professionisti e operatori interessati agli apporti che le scienze sociali e umane e le loro applicazioni possono dare alla promozione del benessere e al miglioramento della qualità della vita, si ritiene possa realizzarsi sempre più, migliorando la circolazione delle informazioni, la promozione del confronto e della riflessività, l’avvio di interventi e ricerche, il collegamento con centri e associazioni similari e con ogni altra iniziativa ritenuta utile e adeguata al proprio scopo.